Home Page       Curiosity       Stazione       Radioascolto       Stazione Meteo       Rad. Maritt.       Altro ancora...

 

 

WINMOR  - Ricezione ed elaborazione  dati  meteo GRIB

 

Winlink2000 - Protocollo Winmor

Winmor - Navigazione web off-line

Winmor - MailASail

01/11/2011  -  Proseguendo le prove con WINMOR vediamo come gestire le richieste, la ricezione e l'elaborazione di dati meteo GRIB via mail (GRidded Binary - formato standard per la distribuzione dei dati meteo e relative previsioni gestiti dall' Organizzazione Meteorologica Mondiale). Stabilita la modalità di invio e ricezione dei dati  vediamo i punti fondamentali necessari per ottenere dei risultati soddisfacenti. Per prima cosa dobbiamo individuare chi può fornire i dati GRIB "grezzi" come allegato di una semplice mail. Tra i tanti provider, consiglio il servizio (gratuito) di www.saildocs.com.

Il modo più semplice per conoscere le modalità per utilizzare correttamente il servizio, è quello di inviare una mail (vuota) all'indirizzo gribinfo(at)saildocs(dot)com. Una copia della mail di risposta, con le istruzioni, può essere consultata, in formato testo, all'url:  www.iz1cqn.it/saildocs.txt.

 

  

 

 

 

Nelle prove che descrivo in questa pagina la mia mail (inviata via radio) richiedeva un file grib di un'area ben precisa con limiti geografici di latitudine e longitudine definiti, griglia di 2°, dati validi da 24 a 72 ore e relativi al  vento e pressione al suolo. Tutto questo racchiuso in una riga di testo: send gfs:35N,45N,3W,15E. La bozza della mail, memorizzata nella cartella draft del client RMS Express, è stata inviata questa mattina al serve IQ4VU-5 (tempo impiegato: circa due minuti).

Qualche istante dopo ho scaricato la risposta proveniente da Saildocs con il piccolo allegato contenente i dati GRIB. Ecco il video relativo alla parte finale della ricezione dati dal server RMS. L'intera operazione di download (allegato compreso) ha richiesto poco più di tre minuti.

 

 

 

Come evidenziato nel filmato, il nostro file, grande poco meno di 2 kB,  è ora disponibile sul nostro PC pronto per essere elaborato. Ma con quale strumento? Internet e Google ci aiutano in questa ricerca...

 

 

Termino questo breve tutorial con una precisazione: è evidente che, con connettività Internet presente, i programmi possono essere ancora utilizzati con le stesse modalità sopra descritte ma è consigliabile sfruttare le funzionalità intrinseche ottimizzate per scaricare ed elaborare velocemente i dati meteo: il video mostra nel dettaglio quanto sopra descritto: